ictus

tDCS e stroke

Tratto da: Application of Transcranial Direct Current Stimulation in Neurorehabilitation: The Modulatory Effect of Sleep
James K. Ebajemito1, Leonardo Furlan1, Christoph Nissen2 and Annette Sterr1,3


Lo stroke è la maggior causa di disabilità a livello mondiale. La riabilitazione è fondamentale per alleviare i disturbi funzionali e le disabilità associati a questo tipo di patologia.
La ricerca scientifica sta dando un enorme contributo alla crescita della neuro-riabilitazione, fornendo strumenti che permettano sia un cambio di marcia nell’efficacia del trattamento che un miglioramento, a lungo termine, della qualità di vita del paziente.
Tra i vari nuovi metodi di stimolazione dell’encefalo, riconosciuti ed accettati dalla letteratura scientifica accreditata, la tDCS emerge come l’approccio più promettente e pratico.
E’ sicuramente il più sicuro, portatile ed economico sistema per stimolare la plasticità neuronale e quindi i meccanismi di apprendimento motorio e cognitivo.

Per esempio, uno studio randomizzato in doppio cieco su pazienti colpiti da strofe, ha dimostrato che una stimolazione (anodica/eccitatoria) di 20 minuti a 1 mA sulla corteccia primaria ha indotto miglioramenti di performance in una mano paretica per oltre 30 minuti dopo la stimolazione

Hummel F, Celnik P, Giraux P, Floel A, Wu WH, Gerloff C, et al. Effects of non-invasive cortical stimulation on skilled motor function in chronic stroke. Brain (2005) 128(Pt 3):490–9. doi:10.1093/brain/awh369
Hummel F, Cohen LG. Improvement of motor function with noninvasive cortical stimulation in a patient with chronic stroke. Neurorehabil Neural Repair (2005) 19(1):14–9. doi:10.1177/1545968304272698

Altri studi hanno riscontrato miglioramenti della performance motoria dopo stimolazione (catodica/inibitoria) sulla corteccia dell’emisfero non colpito da stroke.

Fregni F, Boggio PS, Valle AC, Rocha RR, Duarte J, Ferreira MJ, et al. A sham-controlled trial of a 5-day course of repetitive transcranial magnetic stimulation of the unaffected hemisphere in stroke patients. Stroke (2006) 37(8):2115–22. doi:10.1161/01.STR.0000231390.58967.6b)

Mosaici in vetro